Informativa sull'uso dei cookie

Uno splendido contributo di lory, nuvola e gaia!

Il mio è solo un appello a chi ha i coniglietti in gabbia: vi prego, lasciateli liberi…
Cosa fareste se foste costrette a stare 20 ore chiuse nella vostra stanza, sempre e comunque, per 365 giorni l’anno e per tutta la vostra vita? Mangiare, dormire, giocare, bisogni compresi, tutto in pochi metri quadrati…

Non occorre che rispondiate però pensateci seriamente per qualche minuto.
Cosa pensate dei coniglietti? Come lo considerate? Come voi, un pò meno,un pò di più?
Per me gli animali in generale hanno, o meglio, mi piacerebbe che avessero molti più diritti.
Noi dovremmo proteggere tutte le creature del mondo che sono indifese.
E invece, cosa facciamo? In questi giorni nei vari forum nei quali scrivo ho trovato tante persone che trattano i loro coniglietti come COSE.

Da loro pretendiamo il massimo: devono essere puliti, non devono sporcare, rosicchiare, devono stare fermi, devono farsi cocccolare, devono mettersi il vestitino, devono farsi prendere in braccio… Ma voi siete così perfettini? Io non sono perfetta, sbaglio ma non per questo le persone che ho di fianco mi vogliono meno bene. Nei confronti degli animali va fatto un ulteriore sforzo: non sono peluche, dobbiamo lasciarli liberi di decidere. Decidere di correre, decidere di saltare, decidere di dormire, decidere di farsi fare le coccole, decidere di tutto.

Ma mi spiegate che possibilità di decisione ha un coniglietto che sta molte ore chiuso in una gabbia? E allora, io mi chiedo: che differenza c’è tra il coniglietto chiuso nella gabbia di un negozio (che vi fa tanta pena chiuso in così poco spazio) e il coniglietto che tenete nella gabbia così tanto tempo? Per me nessuna. Quel coniglietto SOFFRE, SOFFRE E SOFFRE.
Come sempre, ribadisco che non sto accusando nessuno in particolare, il mio è un discorso generale che nasce dalle storie che leggo tutti i giorni sui forum.

I miei 2 coniglietti sono liberi per casa 24 ore al giorno e non sono ancora contenta, perchè comunque d’inverno li devo tenere dentro per il troppo freddo. E per uno sbalzo di temperatura dal caldo al freddo potrebbero ammalarsi seriamente.
I vostri coniglietti devono stare liberi: in una stanza, nel bagno ma non in una gabbia.

Io la vedo come una crudeltà nei loro confronti. Non pensate che facciano chissà cosa liberi: basta mettere tutto al riparo, evitrare di lasciare libri e giornali in giro, mettere intorno ai fili dei pc o della tele quelle eliche che si vendono di plastica dura. Insegnargli ad usare la lettiera che terrete nel suo angolino. È così difficile?
Anch’io i primi giorni che avevo Nuvola lo tenevo in gabbia quando noi andavamo via… avevo paura che si potesse far male. Ma poi le altre ragazze mi hanno fatto capire che stavo sbagliando e così da quel giorno stesso Nuvola è rimasto sempre libero. Ed è fantastico quando arrivo a casa e lui mi corre incontro saltando come un pazzo. Anche la piccola gaia, arriva… vuole mangiare la piccina e mi mordicchia i pantaloni, come per dire “ehi, muoviti!! ti sembra l’ora?”

In fondo non è poi così difficile, bisogna solo volerlo. Non abbiate paura,date fiducia e amore ai vostri cuccioli: loro ve ne saranno infinitamente grati! sono le 17.30 e i piccoli stanno dormendo sul tappetino. Che io ci sia o meno a loro per ora non interessa. sono tranquilli e beati e vederli così a me riempie il cuore di gioia.
Grazie per aver letto il mio post.

Lorena

Protty
Protty è stato un coniglietto vissuto dal 1999 al 2005. Nell'autunno del 2000 - col suo amico umano Roberto e la sua compagna Susina - ha dato vita a un sito Web: protty.it, che negli anni è diventato una community che ha raccolto moltissimi appassionati.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*